Influencer marketing: le regole per la trasparenza

Influencer marketing: le regole per la trasparenza

Gli influencer hanno una serie di obblighi di trasparenza ed esclusiva nei confronti di utenti e aziende.

L’inserimento della pubblicità in un post deve essere chiaramente riconoscibile.

Cos’è l’influencer marketing?

Anche tu ti sei chiesto cosa sia l’Influencer marketing? E hai googlato Influencer Marketing definizione, Influencer marketing significato o Influencer Marketing cos’è? L’Influencer Marketing è una forma di Marketing basata sull’influenza che alcuni soggetti esercitano sul potere d’acquisto di altri. Negli anni 90 erano i Testimonial, oggi invece sono persone come te e me che hanno acquisito notorietà sul web.

Influencer e testimonial alle prese con le pubblicità sui social network devono rispettare regole di trasparenza e di esclusiva. A dirlo sono le sentenze dei giudici che stanno delineando i confini legali dell’influencer marketing.

Quello stipulato con il testimonial è un contratto atipico che consiste nello sfruttare la notorietà di un personaggio pubblico per promuovere un brand, a fronte di un corrispettivo economico che varia a seconda della popolarità del personaggio.

Dal momento in cui il personaggio diventa anche sponsor deve prestare la massima attenzione all’utilizzo della propria immagine in ogni settore relativo alla propria attività, in modo da non porsi in conflitto con gli accordi presi. La violazione di eventuali patti di esclusiva può costare cara all’influencer. Massima attenzione bisogna prestare alle fotografie, alle stories e in generale a tutti i contenuti postati sui social.

A tenere la leva della comunicazione sono i brand, ed è difficile a volte stabilire se la scelta del prodotto esposto dal testimonial sia casuale o dettata da accordi con le aziende.

Anche se non si tratta di un product placement in senso tecnico, una fotografia è in grado di attirare l’attenzione dell’utente e determinarne le scelte di consumo. All’influencer spetta il preciso dovere di scegliere il proprio outfit, rifiutandosi ad esempio di vestire capi diversi da quelli per i quali ha un’esclusiva.

Le linee guida sono il punto di riferimento per gli operatori del digitale per non rischiare il fallimento della campagna con la rimozione di tutti i contenuti postati. I rimandi alla pagina del prodotto e gli hashtag col nome del marchio non sono ritenuti sufficientemente espliciti. Così come non basta il solo tag alla pagina ufficiale Instagram del brand.

By |2019-08-20T09:37:50+00:00Agosto 17th, 2019|Marketing|0 Comments